VARIANTE SANTA MAMA

Subbiano (AR)

Tipologia Strade, Ponti, Infrastrutture
Attività
Riqualificazione
Costruzione
Valore (mIl/euro) 2,1
Periodo 2016 - 2017

  • SANTA MAMA_00
  • SANTA MAMA_01
  • SANTA MAMA_02
  • SANTA MAMA_03
  • SANTA MAMA_04
  • SANTA MAMA_05
COMPLETAMENTO DELLA VARIANTE DI SANTA MAMA
L'oggetto dell'intervento consiste nelle opere afferenti la soppressione di un passaggio a livello esistente sulla SRT 71 Umbro-Casentinese- Romagnola e quindi nella deviazione del traffico sulla costruenda variante che si sviluppa su 1600 ml; la soppressione del passaggio a livello ha comportato la costruzione di una galleria artificiale della lunghezza di 110 ml, sottesa alla linea ferroviaria  Arezzo-Casentino, realizzata in parte con la tecnologia dello spingitubo (infiggendo due monoliti da 30 ml cadauno) e in parte con una paratia di pali accostati (galleria artificiale 50 ml); la luce netta della galleria artificiale e dei monoliti è  L.12,30 m x H.5,50 m.                                                                             
L'area dell'intervento è compresa tra il versante preappenninico ed il corso del fiume Arno, all'interno del perimetro del cantiere è  presente, e regolarmente in transito, la già citata linea ferroviaria Arezzo-Casentino.    
La complessità del cantiere, testimoniata dalla redazione di 7 perizie di variante, è consistita, soprattutto, nella gestione di una prularità di dissesti idrogeologici, nel presidio e contenimento di frane di scivolamento e nella veicolazione delle acque superficiali. Particolare rilevanza ha assunto, nel corso della esecuzione dei lavori, la presenza di una falda subsidente a forte variabilità stagionale che ha comportato la realizzazione di una galleria idraulica sotto il rilevato ferroviario (sez.  ะค 900 mm, L. 38 ml), galleria che drena le acque di falda presenti sotto la piattaforma e le conferisce in Arno. Sono altresì state eseguite opere di stabilizzazione dei pendii, opere di regimazione idraulica e rimodellazione morfologica del sito mediante reimpiego di 12.000 mc di terre e rocce da scavo.      
condividi
  • Google Bookmarks
  • Twitter
  • Linkedin